Prima Pagina
 
un servizio di Albaria nato nel 1998, per evidenziare alcuni avvenimenti che corredati da immagini fotografiche potranno essere in seguito pubblicati anche sulla rivista Albaria Magazine

 

 

Copyright
Albaria
Pubblicazione iscritta il 26/03/1983
al n.10 del
Registro della Stampa presso il Tribunale di Palermo.
Tutti i diritti
sono riservati

E-mail
albariapress@tin.it

 

 


Tutti I FATTI:  di Roberto Fodde

Questa e'
L'incredibile storia di Chico Forti


CHICO FORTI, ANTHONY PIKE E THOMAS KNOTT


L'intento di Thomas Knott di far incontrare Chico Forti con il suo vecchio amico Anthony Pike e' riuscito, ma il progetto base di salvataggio dell'Hotel con la proposta di Thomas Knott della vendita di Timeshare con l'aiuto anche delle conoscenze ed esperienza di Chico Forti, non va a buon fine.
Chico e' un protagonista, un leader e l'idea di Knott non lo interessa minimamente sia perche'oramai non aveva piena fiducia di Knott che in piu' occasioni si era dimostrato bugiardo e anche parassita, sia perche' forse l'idea non veniva da lui. In ogni caso gradisce la conoscenza di Anthony Pike e la sua compagnia e cominciano a frequentarsi assiduamente, anche non piu' in compagnia di Thomas Knott.

Durante il suo soggiorno a Miami Anthony Pike era ospite nel piccolo appartamento trilocale di Thomas Knott e del suo "socio" Pana e Thomas non gli faceva mancare niente, feste, donne, ed anche alcool e droga, soprattutto cocaina, come ai vecchi tempi in cui Thomas era l'ospite gradito e ben pagante dell'Hotel Pikes in Ibiza dieci anni prima.
Feste, donne, droga e divertimenti erano il pane quotidiano di Tony Pike e Thomas Knott a quei tempi e pertanto Anthony non rifiuto' un trattamento di questo genere da parte dell'amico tedesco con una sola differenza: Tony aveva oramai 64 anni e la sua salute non era piu' forte come quella di 10 anni prima.....

Nell'inizio del 1997 Anthony Pike cadde gravemente ammalato in Malesya durante la visita al figlio Dale che viveva li', dopo essere stato malamente cacciato dal padre assieme al fratello Bradley per completa nullita' nella gestione degli affari dell'Hotel e per altri problemi personali.
La malattia si rivelo' cosi' grave che il padre fu ricoverato d'urgenza in Australia dove venne dichiarato quasi sul punto di morte per una gravissima infezione che poi si rivelera' dovuta da HIV Positive. Le cure somministrategli in Australia non facevano alcun effetto e pertanto Tony fu messo in un ospizio per malati terminali e i due figli Dale e Bradley non aspettavano altro che il padre desse l'ultimo respiro e sotto sotto gia' gustavano il rientro a Ibiza nella gestione dell'Hotel come nuovi proprietari (vedi Documento Hemery e dichiarazione dello stesso Pike).

Per scrupolo i due fratelli chiamarono la allora moglie di Anthony Pike VERA che era in viaggio in Messico e le comunicarono di recarsi urgentemente in Australia perche' al "marito" non restavano che 5/6 giorni di vita. Anthony viene dichiarato incapace di intendere e di volere e di gestire l'hotel e Bradley viene nominato tutore speciale di Anthony.

Vera giunse in Australia e si accorse immediatamanete dalla cartella medica che la ragione della condizione di salute del marito era dovuta ad un erroneo trattamento somministrato nell'ospedale e con una azione determinata, nonostante la opposizione dei medici e dei due figli Dale e Bradley, lo mette su un aereo e lo porta ad Ibiza nell'ospedale locale dove immediatamente si rendono conto che era stato diagnosticato e trattato erroneamente. (Vedi documenti medici Australia, Ibiza)
Sottoposto alle corrette cure per i sintomi da HIV Anthony si rimette immediatamente e viene dichiarato in poco tempo fuori pericolo di vita. Immediatamente in se' revoca il cambio di gestione fatto nell'Hotel durante la sua malattia e riprende il comando. La sua condizione di salute migliora a vista d'occhio e i sintomi di Demenzia dovuti alla positivita' HIV a poco a poco spariscono lasciando unicamente pochi residui di vuoti di memoria e confusione da attruibirsi pero' a detta dei medici anche alla eta' di oltre 60 anni di Anthony Pike.

Per provare la sua capacita' nella gestione degli affari personali ed nella gestione dell'Hotel, messa in dubbio dalla moglie Vera (sempre piu' in rotta con lui e che piu' volte crechera' di togliergli l'amministrazione dell'Hotel con la scusa dell'interdizione pronunciata in Australia) e dai figli, Anthony si reca a Londra nell'Ottobre del 1997 e si sottopone ad un test accuratissimo presso gli specialisti DR. Shullard e Dt. Chadwick e dal quale ne risulto' che era in quasi perfette condizioni mentali a condizione che si sottoponesse a delle cure di routine incluso una periodica somministrazione di una flebo di uno speciale medicamento. (Vedi dichiarazione Dr. Shullard) Questo trattamento medico di routine fu fatto anche durante la permanenza a Miami. Lo stesso Chico e in seguito la segretaria di Knott lo accompagneranno a fare la terapia.
(Vedi documenti Societari Can Pep Toniet per cambio amministrazione)

La sua vera malattia (HIV) non fu mai rivelata a Chico e alla maggior parte dei conoscenti da parte di Tony inclusi in un primo momento anche i figli. Tony spiegava le sue cure con una infezione contratta in Malesya mangiando frutti di mare crudi o con l'aver subito un morso da un cane o topo infetto.... Mai Chico poteva sospettare che la vera malattia fosse una infezione da HIV, la quale si svelera' al pubblico ed a lui solamente durante gli atti del processo. Chico sapeva al momento della trattativa che Tony aveva bisogno di cure di routine per il sangue ma mai pensava quale fosse la causa reale.

Rientrando al soggiorno di Tony Pike a Miami, Anthony entra sempre piu' in confidenza con Chico e gli rivela che il suo amico Knott stava pagando tutto il suo soggiorno a Miami, che lo portava a fare shopping e che in tutti i ristoranti sempre prendeva il conto..... Anthony rivela a Chico di non essere troppo convinto della idea del Timeshare in quanto avrebbe preferito vendere completamente l'Hotel e liberarsi cosi' anche di un grosso peso: la moglie VERA. La relazione tra Tony e Vera era divenuta impossibile ed al limite della rottura. Vera cercava di fare la despota nella gestione dell'Hotel e sottraeva anche cifre ingenti per uso personale e, in piu' era in completa rottura dal punto di vista sentimentale a causa di una gelosia (alimentata giornalmente da Anthony con le sue varie conquiste e peggiorata dall'arrivo nell'Hotel alla fine del mese di Agosto della figliastra Rolend, figlia della ex moglie con la quale Tony ebbe una relazione sentimentale nel passato e giunta assieme ad un gruppo interessato all'acquisto dell'Hotel) e la decisione di un divorzio con Vera era imminente.

Chico comincia ad interessarsi all'Hotel ed all'idea di avere un punto nevralgico nel Mediterraneo dove poter basare delle sue produzioni televisive e di shows. Gli attiro' molto il fatto che l'Hotel era, a detta di Anthony Pike" una icona nel mondo della musica e delle celebrita' perche' questo era in effetti il mondo che Chico stava frequentando ora e che voleva incrementare come produzione oltre i programmi strettamente sportivi.
Chico aveva gia' pianificato un viaggio a Parigi per incontrare i responsabili per organizzare uno show musicale eccezionale per il mese di Luglio e la festa della Bastiglia..... Questo incontro con Pike ed il prospetto dell'Hotel sembrano proprio caduti a puntino!

Chico si rende conto della influenza negativa di Tom Knott su Anthony Pike soprattutto perche'sa che Tom Knott puo' essere senza scrupoli.

Anthony poi rivelera' a Chico un segreto di Knott: Thomas era stato in carcere in Germania e gli rivelera' anche che facevano tutt'ora uso sporadico di droga e alcool anche a Miami. Questo contribui' a aumentare la immagine negativa di Thomas nei confronti di Chico.
Con una azione quasi da blitz, decise di offrire a Anthony Pike l'appartamento di proprieta' che aveva a fianco del suo nello stesso piano in modo che Anthony fosse piu' libero e non dividesse lo spazio, la camera e spesso il letto o il divano con altre persone che continuamente roteavano nell'appartamento di Knott. Chico lo aiuto' a prendere tutti i suoi bagagli e a trasferirsi nel suo appartamento dove Anthony si sente finalmente a suo agio con lo spazio e le comodita'.
Chico non impedira' ad Anthony di vedere Knott ma pian piano lo mette in guardia.

Chico vuole andare a fondo sull'idea dell'Hotel e separando Anthony dalla casa di Knott ha molto piu' tempo a disposizione per poter parlare tranquillamente con Anthony dei vari progetti.
Chico non nasconde ad Anthony il suo interesse a valutare l'offerta di vendita e prospetta a Anthony di accompagnarlo nel suo imminente viaggio a Parigi e Montecarlo cosi' ne avrebbero approfittato per passare ad Ibiza e vedere e valutare l'Hotel e l' eventuale possibilita' di un acquisto.

In questo momento della vicenda Chico ha chiaramente estromesso Thomas Knott dalla possibilita' di approfondire il discorso del Timeshare con Tony Pike che era per Knott un affare dal quale avrebbe sicuramente tratto un grande profitto ed ha mietuto zizzania tra due amici da piu' di dieci anni per un interesse strettamente personale: andare a fondo da solo sull'acquisto dell'Hotel.

E' molto importante cercare capire la psicologia dei vari personaggi nei vari momenti della vicenda in modo da dare una spiegazione a certi avvenimenti e comportamenti.

Tony e' stato amico e compagno di divertimenti di Thomas Knott per tanti anni. Thomas Knott lo ha invitato a Miami e si e' sobbarcato tutte le spese di soggiorno e divertimento. Thomas gli presenta il piano della Timeshare con chiaro interesse di poter lucrare anche lui profumatamente e forse neanche troppo onestamente sull'Hotel. Presenta Chico (che e' da precisare non e' un amico ne' un socio ma un conoscente, un vicino di casa ed un amico occasionale) come un potenziale collaboratore per la promozione della sua idea e di colpo vede che la situazione gli viene ribaltata.
Chico prende le redini, lo separa da Tony per averne un maggiore "controllo", gli da un appartamento e lo convince di essere ora un potenziale acquirente (senza intervento ne' partecipazione di Knott) all'acqusto dell'Hotel.

E' una situazione molto delicata. In questo momento Knott non vedra' sicuramente Chico di buon occhio. Contrariamente a quel che si possa pensare invece Thomas Knott non sembra apparentemente troppo turbato dal fatto che Chico abbia fatto questo blitz sottraendogli una probabile fonte di enorme guadagni. Questo atteggiamento e' quantomeno strano, almeno che Knott abbia tenuto dentro di se tutto il rammarico e la delusione per l'azione fatta da Chico ai suoi danni o, che in fondo in fondo l'intento ed accordo con Tony Pike fosse proprio quello di aiutare a convincere Chico ad interessarsi all'affare dell'Hotel e quindi questa azione di Chico apparentemente fatta a suo danno non poteva invece che farlo felice di avere raggiunto il suo scopo (amichevole o truffaldino lo vedremo in seguito) di aiuttare Tony Pikes nella vendita dell'Hotel....

Chico aveva quindi organizzato un viaggio in Europa portandosi con se' Tony Pike e pagandogli il biglietto, con lo scopo palese di vedere meglio l'affare dell'Hotel, e forse anche per vedere se questa nuova relazione con Tony Pike potesse giovare anche per l'attivita' dello Show Biz che sempre di piu' era diventato il focus dell'attivita' di Chico.
Chico e' attratto dalla personalita' e dai racconti delle esperienze di Tony e gradisce la sua compagnia ritenedolo gia' quasi un amico. Numerose lettere mandate via fax da Tony a Chico rivelano la esistenza di un ottimo rapporto amichevole, una buona base per la tratttiva in corso!

Tony Pike aveva le conoscenze tramite il suo Hotel, nel settore della musica e dello spettacolo e questo forse poteva essere anche una ragione in piu' per continuare questa relazione.
Pikes gli presentera' a questo proposito anche un personaggio Italiano (Pino Sagliocco) che in effetti era ed e' un riconosciutissimo organizzatore di spettacoli in Spagna ed e' la persona che ha in pratica mandato tutti o quasi i grandi nomi incluso George Michael e Freddy Mercury all'Hotel Pikes.
Questo personaggio aveva libero accesso all'Hotel e non pagava chiaramente per i servizi ricevuti. (Quando Chico fu presentato successivamente come il nuovo acqurente dell'Hotel pare che ci fu una frizione con Sagliocco proprio perche' Chico disse a Pike che Sagliocco non avrebbe potuto piu' continuare ad usufruire dell'Hotel gratuitamente e Tony lo aveva riferito a Pino..) (Vedi allegato "Sagliocco")
 

CASO VERSACE / IL PRINCIPATO DI SEALAND... Continua